Il Centro Studi per la Ricerca sul Coma ha aperto un conto corrente per finanziare l’acquisto della strumentazione necessaria allo studio dei potenziali evocati. Sostienici con una donazione IBAN IT09 J063 8502 4521 0000 0002 629 (Italia) IBAN IT 09 J063 8502 4521 0000 0002 629 -BIC IBSPIT2B Nella causale del bonifico inserisci il tuo recapito e ti terremo informato GRAZIE FIN DA ORA
LA BEFANA INCALZA SOLIDARIETA' PER LA CASA DEI RISVEGLI LUCA DE NIGRIS PDF Stampa E-mail

VENTITREESIMA EDIZIONE

6 gennaio 2021

LA BEFANA INCALZA: il bando nelle scuole,

la visita alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris,

lo spettacolo in streaming dal Teatro Duse


E' stato presentato il programma della ventitreesima della “Befana di solidarietà per la Casa dei Risvegli Luca De Nigris”, la struttura innovativa pubblica di assistenza e ricerca dell’Azienda Usl di Bologna, sostenuta dal Comune di Bologna e nata dal felice incontro con l’associazione di volontariato onlus “Gli amici di Luca”.

Nonostante l’emergenza Covid, l’associazione Gli amici di Luca mantiene viva la tradizione della Befana dei solidarietà per la Casa dei Risvegli Luca De Nigris.

La Befana di solidarietà per la Casa dei Risvegli Luca De Nigris è oramai un’istituzione della città - dicono Maria Vaccari e Fulvio De Nigris genitori di Luca, rispettivamente presidente dell’associazione Gli amici di Luca e direttore del Centro Studi per la Ricerca sul Coma – e pur nella difficoltà del momento, ci abbiamo tenuto a rispettarla. L’iniziativa nasce nel lontano1999. Luca era appena scomparso nella notte tra il 7 e l’8 gennaio dell’anno prima, dopo l’Epifania, e subito era cominciata una lunga gara di solidarietà che in suo nome avrebbe portato alla nascita dell’innovativo centro di riabilitazione e ricerca dell’Azienda Usl di Bologna. L’associazione Gli amici di Luca cominciò a promuovere una manifestazione che sarebbe diventata un punto di riferimento ludico, culturale, solidale per la città ed avrebbe contribuito a rendere concreta l’idea della Casa dei Risvegli Luca De Nigris, struttura pubblica dell’Azienda Usl di Bologna, un progetto sostenuto dal Comune di Bologna, la Regione Emilia Romagna, molte istituzioni pubbliche e soggetti privati.



Oggi a causa della pandemia anche noi abbiamo dovuto contenere le azioni educative e del volontariato, ma il modello della “Casa dei risvegli Luca De Nigris”- con il percorso di alleanza terapeutica tra personale sanitario e non, volontariato e familiari integrati nella terapia - ha retto. Molte cose le facciamo online come il teatro ed anche questa Befana risente del periodo. Ma non viene meno alla sua mission di solidarietà, al recupero dei valori della città, di relazioni vere e dirette, con l’obiettivo primario di concentrare l’attenzione anche sulla nostra associazione per raccogliere fondi al fine di continuare quel percorso di affiancamento alle famiglie, di assistenza e ricerca che si esprime nella Casa dei Risvegli Luca De Nigris e nell’affrontare il rientro al domicilio delle persone con esiti di coma e le loro famiglie nel nuovo percorso di vita”.

L’assessore Matteo Lepore ha ricordato la stretta collaborazione tra il Comune di Bologna e l’associazione gli amici di Luca attraverso la convenzione in atto per le attività teatrali rivolte alle persone con esiti di coma e ha ribadito l’impegno verso una iniziativa culturale oggi più che mai significativa per i bambini e la città di Bologna.

“Anche se non potremo essere come gli altri anni sotto la Torre Asinelli con l’apertura straordinaria di ArtigianArte – ha detto Andrea Santolini vicepresidente Cna Bologna – siamo sempre vicini a Gli amici di Luca per questa importante iniziativa che quest’anno proprio il 6 gennaio vedrà la Befana alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris consegnare le calze davanti alla colonna della solidarietà che gli artigiani crearono nel 2000 proprio in piazza di Porta Ravegnana e che costruisce un simbolo importante della struttura”.

Grazie a Fantateatro e al Teatro Duse si realizzerà lo spettacolo “La Befana incalza” che sarà possibile vedere in streaming il 6 gennaio alle ore 17.00 sulla pagina Facebook di Fantateatro e condiviso.

“Siamo contenti anche quest’anno di dare solidarietà ed essere vicini all’associazione Gli amici di Luca – ha detto Gabriele Scrima direttore organizzativo del Teatro Duse – e quando Alessandra Bertuzzi di Fantateatro con cui collaboriamo da tempo mi ha proposto l’iniziativa sono stato felice di aderire. E’ un momento difficile per il teatro ma poter essere vicini e sostenere la ricerca scientifica è per noi motivo di grande orgoglio”.

Quest’anno per la prima volta dal 1998 La Befana non sarà sotto le Due Torri e Giancarlo Saveri con il suo calesse trainato dalla somarina Bianchina non potrà portare in giro la Befana per il centro della città; anche Nicola Fusaro, celebre caldarrostaio di via Rizzoli, non potrà distribuire per noi le sue caldarroste. Ma Paola Mandrioli, attrice di Fantateatro che ha preso ormai da molti anni sulle spalle l’eredità di Carla Astolfi, si è già attivata prima delle feste con il suo bando per le scuole dal titolo “La Befana incalza” (da un’idea del nostro testimonial Alessandro Bergonzoni) con cui abbiamo invitato i bambini a chiedere che cosa avrebbero voluto trovare nella calza e di esprimerlo attraversi scritti e disegni. Con questa iniziativa abbiamo inteso essere vicino al mondo della scuola e ai bambini, operando in sintonia con il corpo insegnanti e facendo sentire viva una tradizione che altrimenti rischierebbe di scomparire. In particolar modo con la scuola Don Milani di Bologna e Gianni Rodari di Bentivoglio abbiamo realizzato e registrato incontri online dalla Casa della Befana facendoli diventare trasmissioni di approfondimento che assieme agli spot andranno in onda su TRc e E’tv .

Questo il programma

Mercoledì 6 gennaio ore 11.00 alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris Ospedale Bellaria Azienda Usl di Bologna Via Giulio Gaist, 6 (dall’ingresso ambulanze e davanti alla “Colonna della solidarietà” realizzata da CNA nell’iniziativa “Arti per via” del 2000 sotto le due Torri) la Befana consegna le calze ad ospiti, familiari e operatori mentre i rappresentanti dei Circoli Dipendenti Comunali, Dipendenti Universitari di Bologna, come gli altri anni, offrono i panettoni agli ospiti della struttura. Sarà fatto tutto in sicurezza. La Befana seguirà dal giardino, stando dietro alla vetrata, la consegna dei doni da parte degli operatori e darà il suo saluto

Sempre mercoledì 6 gennaio ore 17.00, la Befana storica dei Circoli Dipendenti Università di Bologna, Circoli Dipendenti Comunali, (con il patrocinio Fitel) continua la sua tradizione dal Teatro Duse in streaming attraverso lo spettacolo “La Befana incalzarealizzato da Fantateatro con Paola Mandrioli e Fabio Govoni per la regia di Sandra Bertuzzi (in streaming sulla pagina faceboolk di Fantateatro). Alla fine dello spettacolo verranno premiati i bambini delle scuole di Bologna e provincia che hanno partecipato al concorso “La Befana incalza”. Le calze, in omaggio fino ad esaurimento, verranno successivamente recapitate alle scuole che hanno partecipato al concorso (info Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo ). La Befana invece non potrà essere quest’anno presente all’ospedale Maggiore nel Reparto pediatria e chirurgia pediatrica al 6° piano, ma farà recapitare le calze ai piccoli ospiti degenti.

Tutto questo è stato possibile grazie ai nostri sostenitori di sempre che si stringono comunque intorno a noi (CNA, CONFCOMMERCIO, COMET, CENTRO LAME, HAPPY CASA, CIRCOLO DIPENDENTI COMUNALI E UNIVERSITARI DI BOLOGNA, FITEL, HIPPO GROUP, NON SOLO CARTA, GRAPHIC SERVICE, MY WEB TV LIVE con il patrocinio IL RESTO DEL CARLINO). Un ringraziamento particolare va a FANTATEATRO e al TEATRO DUSE di Bologna che ci regalano lo spettacolo del 6 gennaio in streaming in un prestigioso teatro della città chiuso ancora al pubblico ma aperto a quanti amano il teatro e lo spettacolo dal vivo.

Un sentito ringraziamento alla generosità dei nostri sostenitori, ai media e al pubblico che ci segue sempre con grande attenzione e partecipazione e che ancora vorrà farlo.

Per sostenere la “Casa dei Risvegli Luca De Nigris” - Gli amici di Luca - CARISBO - Filiale Via Rizzoli, 5 – Bologna IT90S0306902477100000004163

c/c postale 26346536

Gli amici di Luca Via Saffi 8 – 40131 Bologna

-www.amicidiluca.it e-mail:info@amicidiluca.it Cell.3356535122
 
< Prec.   Pros. >

Gli Amici di Luca - Via Saffi n. 8 - 40131 Bologna - tel: 051-6494570 - COMAIUTO: 800-998067
sito realizzato Studio Samo