il burattinaio Riccardo Pazzaglia racconta il suo covid
Continua alla Casa dei Risvegli Luca De nigris, via G. Gaist 6 Bologna, la rassegna "La conquista della felicità" promossa da Gli amici di Luca oon il patrocinio del Comune di Bologna, il patrocinio e il contributo del Comune di San Lazzaro di Savena,
Un incontro emozionante, un racconto di un percorso difficile e in salita, inimmaginabile. Il famoso burattinaio bolognesa Riccardo Pazzaglia racconta il suo percorso di covid, un'esperienza comune a molti, vissuta nel periodo in cui la pandemia era appena iniziata e si mostrava in tutta la sua virulenza. A parlarne con lui, la dott.ssa Laura Simoncini dell'Ospedale Magggiore che lo ebbe in cura con il suo staff. Conduce l'incontro Fulvio De Nigris direttore del Centro Studi per la Ricerca sul Coma, Gli amici di Luca.

Un incontro particolare che si prospetta molto emozionante. Riccardo Pazzaglia il famoso burattinaio bolognese recentemente insignito con la Turrita d’Argento dal Comune di Bologna per i suoi trenta anni di carriera racconta la sua esperienza con il virus che lo portò in coma, la lenta riabilitazione e il ritorno alla vita attiva, ai burattini e al mondo del teatro. Lo fa alla sua maniera, utilizzando gli oggetti di scena a lui cari, teatralizzando quell’esperienza faticosa ed imprevedibile, dialogando con la dott.ssa Laura Simoncini medico fisiatra che lo ebbe in cura all’Ospedale Maggiore, in un incontro condotto da Fulvio De nigris direttore del Centro Studi per la Ricerca sul Coma, Gli amici di Luca.

“E’ un piacere - dice Fulvio De Nigris- avere Riccardo Pazzaglia alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris . In trasferta dal Cortile del Podestà dove realizza la sua bellissima rassegna estiva da noi, oltre ai preziosi burattini, porterà la sua testimonianza perché possa essere di aiuto ai tanti che, come lui, sono stati colpiti dal covid ed hanno avuto esperienze analoghe tutte da raccontare ed analizzare. Siccome sono tante e con elementi analoghi da raccontare organisseremo sul tema anche un seminario nella prossima Giornata dei risvegli di ottobre”.