Il Centro Studi per la Ricerca sul Coma ha aperto un conto corrente per finanziare l’acquisto della strumentazione necessaria allo studio dei potenziali evocati. Sostienici con una donazione IBAN IT09 J063 8502 4521 0000 0002 629 (Italia) IBAN IT 09 J063 8502 4521 0000 0002 629 -BIC IBSPIT2B Nella causale del bonifico inserisci il tuo recapito e ti terremo informato GRAZIE FIN DA ORA
"CENERE" AL TEATRO DEHON MARTEDì 17 MAGGIO
La Compagnia AltrArte teatro martedì 17 Maggio alle ore 21 al Teatro “Dehon” di Bologna in via Libia, 59 presenta lo spettacolo “CENERE” testo e regia di Matteo Carnevali.
Lo spettacolo è parte della rassegna “DIVERSE ABILITA’ IN SCENA espressività, professionalità ed integrazione nel panorama teatrale” promossa dall’Associazione Gli Amici di Luca a cura di Fulvio De Nigris. Ingresso ad offerta libera.
Leggi tutto...
 
EXPOSANITA' convegno venerdì 20 maggio

SPORT, INCLUSIONE, DISABILITA' esperienze a confronto

ore 14:00 - 18:00 - Sala CONCERTO -Centro Servizi Blocco D

All’ evento sono stati attribuiti 4 Crediti ECM

Organizzato In collaborazione con: Rete Italiana Città Sane, Comune di Bologna
Patrocini: Ministero della Salute, Regione Emilia Romagna

- Email: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo - www.amicidiluca.it - Tel. 051 6494570 - Fax 051 6494865


scarica scheda di iscrizione

Scarica il programma del convegno

Leggi tutto...
 
E' uscito "Gli amici di Luca Magazine" n. 55/56
E' uscito il numero 55-56 della rivista "Gli amici di Luca Magazine":

Scarica la versione in pdf

Oppure è possibile ritirarne una copia presso

Gli amici di Luca via Saffi 8 - 40131 Bologna (tel.0516494570 -email Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo ).
 
A Carla Astolfi la Turrita d'argento

 UNA VITA PER IL TEATRO E LA SOLIDARIETA'

Oggi giovedì 3 marzo alle 15 presso l'Istituto Sant'Anna di via Pizzardi 30, il Sindaco Virginio Merola ha consegnato all'attrice Carla Astolfi la Turrita d'Argento. Nel corso della sua lunga attività ha ricevuto numerosi riconoscimenti e ha abbandonato le scene solo pochi anni fa: "Come ho detto io, quando ho lasciato il teatro – dice Carla Astolfi - è meglio dire: me ne vado, che sentirsi dire: vattene. Non si sa mai". “A Carla Astolfi, donna e attrice straordinaria, terza torre di Bologna – ha detto il sindaco Virginio Merola - va la Turrita d'Argento per la lunga carriera artistica, il contributo dato alla valorizzazione del patrimonio dialettale, la generosa partecipazione a tante iniziative di solidarietà, espressione delle migliori virtù di Bologna, con la gratitudine della Città e dell'Amministrazione comunale di Bologna”. Una bella festa molto partecipata dai suoi familiari, con il sindaco di Bologna c'era l'assessore alla Sanità Luca Rizzo Nervo, la presidente del Quartiere S.Vitale Milena Naldi, fulvo De nigris per l'associazione Gli amici di Luca,   numerosi amici ed artisti tra i quali Paolo Maria Veronica, Eraldo Turra, Guido Ferrarini direttore del Teatro Dehon, Francesco Bettelli della LDB Advertising produttrice degli spot che la resero famoso lo slogan “Soppa Vanda bevi come un cammello” e tanti altri. Carla Astolfi ancora una volta ha dimostrato la sua arguta bolognesità e la sua voglia di vivere.

Questa la testimonianza di Fulvio De Nigris:

“Una grande attrice, una grande personalità nel teatro dialettale bolognese, un pezzo della cultura di questa città che oggi la riconosce figlia e ambasciatrice con una “Turrita d'argento” che arriva: un riconoscimento del Comune di Bologna che corona quasi 80 anni di teatro. Perché lei si ricorda a 6 anni sul palcoscenico grazie al padre Dante Astolfi come lei dice “attore professionista ma per hobby”. Carla si avvicina al nostro progetto della Casa dei Risvegli Luca De Nigris nel 2000 grazie all'amico comune l'attore Gampiero Volpi suo compagno di tante rappresentazioni. Nasce subito una scintilla di passione e di solidarietà che ben presto diventa amicizia. Carla Astolfi è molto generosa, instancabile, e delle sue innumerevoli Befana interpretate (le edizioni sono 18 e lei avrà saltato le prime due) oltre all'immedesimazione con il personaggio, al magnetismo che ha nei confronti di bambini e adulti, alla simpatia e alla bravura negli spettacoli (“volete che reciti tutta questa roba qui?” diceva sempre davanti a copioni troppo fitti sopperendo poi con una geniale improvvisazione.),rimangono quei pezzi di vita vissuta fatti di camminate in carrozza, di pranzi e di chiacchierate, vere lezioni di vita. Ci ha sempre aiutato a far vivere la nostra manifestazione con Maurizio Cevenini che era sempre con noi ed insieme a lei a pedalare nella “Befana in bicicletta” e dopo a chiederci i il perché di quella scomparsa: “Maurizio, una persona stupenda - dice – che consideravo il mio quarto figlio assieme ad Elisabetta, Riccardo e...”. E Marina purtroppo scomparsa anni fa che diventa insieme a Luca quel figlio ingiustamente perduto, oggetto di riflessioni,di vicinanza, di saggezza. La saggezza condita da battute, aneddoti che sono immutati anche oggi quando l'andiamo a trovare, scherziamo con lei e la vediamo combattiva e non mollare su nulla. Come quando per il mal di schiena che l'affligge vorrebbero convincerla a mettere il busto:”Mettermi quello scafandro lì? Piuttosto mi tengo il dolore”. E sorride, con un sorriso smagliante...


 
<< Inizio < Prec. 1 2 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 5 di 10

Gli Amici di Luca - Via Saffi n. 8 - 40131 Bologna - tel: 051-6494570 - COMAIUTO: 800-998067
sito realizzato Studio Samo